La Svizzera contro Christian Louboutin: “Da noi nessun copyright per la suola rossa”

In Svizzera potranno essere vendute tutte le calzature che hanno la suola rossa. Vi sembra banale? Non è così. La decisione del Tribunale Federale elvetico arriva, infatti, a ribadire una sentenza di un anno fa, contro la quale Christian Louboutin, noto al mondo proprio per il rosso delle sue suole, aveva fatto ricorso. Lo stilista, forte della protezione del suo rosso come “marchio di fabbrica”, ottenuta in Unione Europea, Cina, Russia e Australia, non si era arreso alla decisione svizzera di ritenerlo, invece, “una caratteristica puramente decorativa alla quale non è possibile concedere la protezione de marchio di fabbrica”. Decisione che è stata confermata, rigettando il ricorso di Louboutin. Il “suo” rosso è codificato con il Pantone 186c, è identico per ogni suola ed è il colore di uno smalto per unghie dell’assistente dello stilista, il quale, insoddisfatto dalle suole nere di una collezione datata 1993, lo prese e lo versò su una di esse. Colpo di fulmine e nascita di un marchio di fabbrica riconosciuto in tutto il mondo. Tranne che in Svizzera.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati