Lavoratori in mobilità e rischio chiusura alla Lorbac

Sono più di 100 i posti di lavoro a rischio dopo che Lorbac (nella foto), calzaturificio di Castelfranco di Sotto (Pisa) attivo dal 1971, ha annunciato l’avvio della mobilità per tutti i 63 dipendenti per cessazione d’attività. Oltre a loro perderebbero il lavoro altre 19 persone che lavorano a domicilio e 30 dell’indotto. Ieri la Cgil del Comprensorio del Cuoio ha organizzato un sit-in per capire cosa la proprietà intenda fare. La prima avvisaglia è stata una raccomandata dell’azienda, con la quale comunicava il prolungamento delle ferie fino al 9 settembre. “Le porte del municipio sono spalancate per i lavoratori in difficoltà – ha commentato il vicesindaco Gabriele Toti – seguiamo attentamente la vicenda anche perché la Lorbac è una delle aziende storiche di Castelfranco di Sotto e vogliamo fare di tutto affinché non sparisca”. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati