Lavoratori in nero in Riviera del Brenta

Nuovo blitz delle forze dell’ordine nella Riviera del Brenta. I Carabinieri del comando di Chioggia, dopo le indagini svolte con gli ispettori della direzione provinciale del lavoro di Venezia e del nucleo Carabinieri Ispettorato del lavoro di Venezia, hanno prima individuato e poi posto sotto sequestro un tomaificio ed un laboratorio per la creazione di giacche in pelle nella zona di Campagna Lupia. Il laboratorio calzaturiero era gestito da un cittadino cinese e alle sue dipendenze lavoravano altri sette connazionali, di cui due in nero. Nel laboratorio di produzione e confezionamento di capi in pelle, anch’esso gestito da un cittadino cinese, sono stati trovati cinque lavoratori dei quali due in nero. L’attività delle due aziende è stata sospesa e l’ammontare complessivo delle sanzioni amministrative erogate ai proprietari, è di 13 mila euro, inoltre, i due magazzini delle aziende sono stati chiusi per non aver osservato le dovute leggi che regolano la sicurezza sui luoghi di lavoro. (m.c.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati