Le grandi ambizioni delle sneaker Golden Goose: fatturare mezzo miliardo entro il 2022

Da 200 a 500 milioni di fatturato in tre anni. È l’obiettivo di Golden Goose, brand di calzature veneto (specializzato in sneaker artigianali) controllato dal gruppo statunitense Carlyle. L’amministratore delegato Silvio Campara ha dichiarato all’agenzia di stampa Reuters che l’obiettivo dell’azienda è di “arrivare a 500 milioni di ricavi nel 2022, con una marginalità costante al 30%“. Ciò significa che il fatturato dovrebbe più che raddoppiare in questo arco temporale. Golden Goose ha infatti chiuso il bilancio 2018 con un fatturato di 186 milioni di euro e un Ebitda al 30%. “Sono cinque anni che cresciamo in modo costante del 30% medio annuo – evidenzia ancora il manager a Reuters -. Nel 2012 i ricavi erano 20 milioni di fatturato“. Un obiettivo ambizioso che lascia intravedere anche la possibilità di una quotazione in borsa, forse un giorno, chissà, per ora Campara si è limitato a dire che “nulla è escluso per definizione”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati