Le scarpe Farida raddoppiano: aperto lo stabilimento di Scandicci

Farida pare un calzaturificio a Scandicci

Farida raddoppia e sceglie Scandicci. Il calzaturificio toscano ha inaugurato lo scorso 8 luglio il suo stabilimento produttivo. Una struttura all’avanguardia, situata nel cuore di uno dei distretti di riferimento mondiale dell’area pelle e che ha richiesto più di due anni di lavoro per essere completata.

Da Chiusi a Scandicci
La sede di Chiusi, aperta nel 1970, resterà operativa e continuerà a essere dedicata alla produzione, mentre nel nuovo stabilimento di Scandicci saranno realizzati prototipi, campionari, piccole produzioni speciali e quelle richieste dai designer delle griffe internazionali con cui il calzaturificio Farida collabora da anni. Complessivamente l’azienda impiega ora 40 dipendenti, di cui 35 a Chiusi e 5 a Scandicci, dove il numero è destinato ad aumentare, raggiungendo i 20 addetti nei prossimi due anni.

Un canale privilegiato
“Riapriamo un canale privilegiato con Firenze e ci avviciniamo a una capitale della moda. A questo progetto lavoravamo da 2 anni e mezzo: adesso è realtà – spiega a primapaginachiusi.it Alessandro Dalbello, alla guida del calzaturificio -. Contiamo anche di ampliare lo stabilimento di Chiusi, per aumentare la produzione, con incremento anche dei posti di lavoro: insomma vogliamo portare e sviluppare il nostro saper fare dove meglio sta”.

Immagine tratta da farida.it

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati