Marche: il calzaturificio Progetto cerca di risolvere la sua crisi

Con due comunicazioni datate 5 agosto e 21 agosto, inviate ai creditori, il calzaturificio Progetto (Alto Gradimento) di Porto Sant’Elpidio ha comunicato la sua situazione di crisi e le operazioni che intende attuare per soddisfare i creditori. Il calzaturificio, incaricando alcuni professionisti, ha avviato una fase di revisione patrimoniale, economica e finanziaria dovrebbe terminare entro il 15 settembre. Questa permetterà l’attivazione di una procedura di risanamento e/o equilibrio alla quale verrà affiancato un consolidamento patrimoniale e finanziario. Per quanto riguarda i creditori di Progetto, dovrebbero essere soddisfatti mediante gli incassi derivanti dalla vendita dei beni di proprietà della società romena Edilsole 2010 srl (settore edile) che ha una proprietà stimata di circa 14-15 milioni di euro. Per potenziare Progetto, la stessa azienda ha comunicato di aver incaricato un agente di borsa romeno di vendere le azioni di Sc Elettrometal Sa (società per la gestione immobiliare quotata alla Borsa di Bucarest) possedute da Giuseppe Luigi Torresi, amministratore dell’azienda elpidiense il quale ha anche dato mandato di reperire ulteriori fonti finanziarie con altri smobilizzi. “La situazione di crisi si presenta, in prima battuta, di molto inferiore agli attuati accorgimenti di tutela” è scritto nella seconda comunicazione, con la quale Progetto spera di aver dato un segnale “concreto e tranquillizzante” al mercato. I creditori restano in attesa di segnali più concreti. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati