Messico: crisi a Leon, i calzaturifici tagliano giorni lavorativi

La flessione a Leon, principale polo calzaturiero del Messico con il 70% della produzione interna, è stimata attorno al 15%. Di conseguenza, diverse aziende stanno riducendo l’orario di lavoro e in alcuni casi tagliano intere giornate lavorative, tra settimana corta e chiusure infrasettimanali. Lo comunica il presidente della Cámara de la Industria del Calzado de Guanajuato, Ysmael López García, precisando che alcuni produttori hanno cessato l’attività: “Non sappiamo con precisione quante siano le imprese ad aver chiuso. Stiamo avviando uno studio specifico a riguardo”. La crisi, legata a un calo generale di ordini interni ed esteri, colpisce uno stato che vive di calzatura: sono 67 mila gli addetti diretti del settore in Guanajuato e circa 12 mila le imprese, per il 90% di piccole e micro dimensioni. Lopez Garcia non prevede miglioramenti da qui a fine anno.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati