Messico, nel Guanajuato scarpa e pelle attendono il semaforo verde

Messico, nel Guanajuato scarpa e pelle attendono il semaforo verde

In Messico scarpa e pelle attendono il semaforo verde. Il governo centrale ha annunciato il piano per il ritorno alla normalità dopo il lockdown. Prevede 3 fasi e un indicatore composto da 4 livelli per definire le diverse attività in base alla loro essenzialità. Una notizia accolta positivamente dalla filiera della pelle dello Stato di Guanajuato che spera di ripartire a breve.

Scarpa e pelle attendono il semaforo verde

Lo Stato di Guanajuato rientra tra quelli che potranno usufruire del semaforo verde. In altre parole, è uno degli Stati del Messico in cui il virus si è diffuso meno. E di conseguenza potrà tornare più rapidamente alla normalità rispetto a quelli indicati con un grado di allerta di colore rosso, arancio e giallo.

Prima i trasporti

Uno dei primi settori strategici a riaccendere i motori sarà quello dei trasporti. Enrique Gonzélez Muñoz, presidente della Camera Nazionale del Trasporto Merci (CANACAR), ha spiegato ad am.com.mx che “siamo in attesa di conoscere le misure di sicurezza da adottare”. Nel frattempo, l’ente sta facendo pressione per la ripresa dell’attività di calzaturiero e pelle. Il motivo: i due settori generano decine di migliaia di posti di lavoro tra diretto e indotto e, insieme, all’automotive, rappresentano  i maggiori volumi di lavoro agli autotrasportatori rappresentati da CANACAR. Se non ripartono, in pratica, il trasporto resta (quasi) fermo nonostante l’autorizzazione a riaccendere i motori.

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati