Il Messico vara misure protezionistiche nel calzaturiero

Il presidente del Messico, Enrique Peña Nieto, ha approvato venerdì una legge a protezione dell’industria calzaturiera. L’annuncio è stato dato ieri, ultimo giorno della fiera della calzatura di Leon, Sapica. Le norme prevedono la sospensione di importazioni a tariffe-zero per le scarpe, la reintroduzione del prezzo minimo garantito, la riduzione del numero di dogane a cui far giungere le spedizioni e la creazione della lista degli importatori autorizzati. La norma, in vigore dal primo ottobre, comporta l’aumento delle tariffe di sdoganamento ad un minimo del 25% e impone che l’esportatore debba far combaciare il prezzo di vendita con quello stimato dalle autorità doganali. Luis Videgaray, il funzionario del ministero del Commercio che ha annunciato l’iniziativa a Sapica, ha dichiarato che il provvedimento “fornirà strumenti per placcare il cancro dell’industria calzaturiera, ovvero l’arrivo in Messico a finti prezzi bassi”. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati