Mistero a Buckingham Palace: chi prova le scarpe della Regina?

“Che lavoro faccio? Indossatore di scarpe reali”. Non sta scherzando, Cinders, alias la persona dello staff di Buckingham Palace che ha un compito molto particolare: provare le scarpe che, una volta superato il test, indosserà la Regina. Ma attenzione, questa “persona” rappresenta un mezzo mistero. Esiste, ma non si sa esattamente chi sia.

Immediata comodità
Stewart
Parvin, che ha disegnato abiti per la Regina per 11 anni, ha affermato al Daily Mail che le scarpe devono essere immediatamente comode perché la regina non può mai dire: “Non posso più camminare perché ho i piedi gonfi”. Per ottenere ciò, un membro dello staff con lo stesso numero di piede della Regina cammina su e giù per i corridoi fino a quando quel paio di scarpe non si sarà ammorbidito.

Ma chi è (o chi sono)?
In realtà nessuno conosce Cinders. Perché, forse, più che una persona è un ruolo. Si sa solo che in certe occasioni Cinders è stata Angela Kelly, la devota assistente personale della Regina (hanno pressoché lo stesso numero). Cinders indossa calzini di cotone beige alla caviglia durante il test e può camminare solo sui tappeti. Poi, effettua una prova all’esterno per verificare che la suola non scivoli.

La cura successiva
Una volta indossate dalla Regina, altri due membri dello staff si occupano della cura e manutenzione quotidiana delle scarpe, compresa la lucidatura e la conservazione. Le calzature vengono appese su “alberi di scarpe” per far loro prendere aria e, poi, custodite singolarmente in sacchetti di seta o cotone con cordoncino.

I brand
Originariamente a produrre le scarpe regali fu Rayne, azienda familiare britannica fondata nel 1885 e specializzata nella realizzazione di calzature per il teatro. L’azienda è ora guidata Nicholas Rayne che ha in LuisaViaRoma il suo negozio di moda preferito e che a fine giugno disse a Drapers di aver fatto l’ultimo acquisto fashion a Firenze: “Una giacca di pelle italiana acquistata in un una piccola boutique. È fatta magnificamente con una pelle meravigliosamente morbida”. Verso gli anni 2000 Rayne entrò in crisi. Buckingham Palace rintracciò un ex dipendente Rayne, David Hyatt, che aveva trovato un nuovo lavoro dal calzaturificio Anello & Davide. Hyatt, con l’aiuto dello staff reale, riuscì a recuperare le vecchie forme della regina e ad assicurare il lavoro alla nuova azienda che utilizza pellame italiano.

Nella foto LaPresse, la regina Elisabetta

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati