È morto Deichmann, re del retail economico

Heinz-Horst Deichmann, fondatore della più grande catena europea di negozi di calzature e articoli sportivi, è morto giovedì scorso all’età di 88 anni ad Essen. Oggi un paio di scarpe su cinque venduto in Germania proviene da un suo punto vendita. Nato il 30 settembre del 1926, Deichmann aveva iniziato l’attività partendo da una piccolo calzaturificio. In una recente intervista aveva dichiarato: “Alla fine della mia vita Dio non mi chiederà quante paia di scarpe ho venduto. Vorrà sapere se ho vissuto da vero cristiano”. L’imprenditore si è distinto per non soltanto per aver fondato una catena specializzata sul prodotto economico che ha raggiunto numeri monstre (3.500 punti vendita e 167 milioni di paia vendute nel 2013), ma anche per attività di beneficienza: ha fondato l’associazione di missione caritativa “Wortundtat” (parole e fatti), che gestisce scuole e ospedali in India e Tanzania, a livello mondiale dà aiuto a circa 200mila persone e in Germania sostiene i bambini bisognosi. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati