Nessuno compra il mio 60%? “Solo un pazzo lo farebbe”, dice Gimmi Baldinini

“Asta deserta? Normale, solo un pazzo potrebbe fare un’offerta visto quello che c’è scritto nello statuto”. Gimmi Baldinini (nella foto) commenta così l’assenza di offerte per acquistare il 60% del suo calzaturificio (prezzo a base d’asta: 28,2 milioni di euro) nell’ambito del concordato preventivo di Antichi Pellettieri, in liquidazione dal 2014 dopo essere stata coinvolta nel fallimento del Gruppo Mariella Burani. L’imprenditore romagnolo fa riferimento all’articolo 14 dello statuto aziendale, secondo il quale ogni decisione dell’assemblea dei soci deve essere presa con una maggioranza dei due terzi del capitale, per cui resta fondamentale il suo voto, visto che detiene il 40% del capitale. Baldinini non crede di ricevere offerte prima della seconda asta e rispedisce seccamente al mittente una eventuale modifica dello statuto. Nel frattempo, il brand ha inaugurato il suo primo negozio negli Stati Uniti, all’interno del Mall di Short Hills, nel New Jersey. L’apertura fa parte di un piano di sviluppo del retail USA che attualmente genera solo il 5% del fatturato aziendale, esclusivamente online. “Gli Stati uniti sono un mercato potenzialmente interessante. Nei miei piani c’è l’apertura di 7 negozi monomarca con sedi anche in Florida e New York” conclude Baldinini. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati