I nuovi dazi fanno paura e la calzatura cambogiana cerca l’accesso agevolato al mercato USA

La Cambogia cerca una via preferenziale per commerciare con gli Stati Uniti. L’associazione nazionale delle aziende manifatturiere del settore abbigliamento e calzature (Garment Manufacturers Association) ha infatti presentato una petizione con l’obiettivo di sfruttare il “Generalised System of Preference” (GSP) che consente di godere di un regime tariffario agevolato. Il sistema comprende un insieme di clausole di minori oneri doganali o contingenti in import, applicati alle merci provenienti da alcuni Paesi in via di sviluppo. La Cambogia sta tentando tale via per fronteggiare la revisione dei dazi annunciata dalla Casa Bianca e che dovrebbe vedere la luce entro il prossimo 31 dicembre. Secondo i vertici dell’associazione cambogiana di produttori, la petizione avanzata sarebbe sostenuta dal proprio governo e seguita da uno studio legale americano. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati