Obuv, missione recupero per la calzatura italiana

Cercare di recuperare gli ordini persi nell’ultimo theMicam è l’obiettivo dei calzaturieri presenti all’Obuv, la fiera che inizia oggi all’Expocentr di Mosca. Timori e speranze si mescolano per gli oltre 200 espositori italiani presenti (che rappresentano il 70% del numero totale di espositori) di cui l’80% calzaturieri e il restante 20% pellettieri e accessoristi, su una superficie espositiva di quasi 5.400 metri quadrati. Sono previsti circa 8.000 visitatori operatori provenienti dalla Russia, ma anche dalle vicine Repubbliche e dai Paesi dell’Asia centrale. Un banco di prova importante in un delicato momento caratterizzato dalle tensioni tra Russia e Ucraina e dal pericolo di embargo da parte di Putin verso i prodotti moda statunitensi ed europei. Un contesto complicato. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati