Peak torna a crescere grazie all’estero

Archiviato un pessimo 2012, con un calo delle vendite pari al 38%, il colosso cinese delle calzature sportive Peak ha ripreso a marciare. Nel primo semestre infatti il guadagno netto del gruppo è cresciuto del 28% rispetto alla seconda metà del 2012. L’inversione di tendenza è merito dell’aumento, anche se limitato (+1,4% a confronto con il secondo semestre dell’anno passato), delle vendite di articoli Peak al di fuori della Cina: questa fetta di mercato rappresenta ormai il 14,8% del profitto netto del gruppo. Una delle armi utilizzate da Peak per “sfondare” all’estero è ingaggiare come testimonial campioni Nba che periodicamente si recano in Cina per dei tour promozionali. A fine agosto è stato il turno di Shane Battier (nella foto), campione in carica con i Miami Heat, che ha presentato il nuovo modello Peak Battier VIII, ultima sneaker della serie a lui dedicata. Con oltre 20 star come testimonial, Peak è il terzo brand al mondo in quanto a numero di giocatori Nba ingaggiati. (ap)
                                                                     

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati