Polemica in Cina: agli addetti di un calzaturificio scarpe come bonus di fine anno

Gli operai di un calzaturificio di Luoyang (città di 7 milioni di abitanti nella provincia centrale dello Henan) riceveranno come bonus di fine anno 1 o 2 paia di scarpe prodotte da loro stessi. L’iniziativa verrà messa in atto dall’azienda prima delle festività per il nuovo anno, dedicato alla Capra, che avrà inizio giovedì 19 febbraio. L’azienda ha preso questa decisione presentandola come un’integrazione al consueto bonus di fine anno in busta paga: ogni addetto riceverà così un paio di scarpe dal valore di 160 yuan (23 euro) oppure due paia dal valore di 140 yuan (20 euro) ciascuno. Il valore delle calzature verrà poi direttamente detratto dal premio totale di fine anno, pari in media a 1000 yuan (142 euro). Da notare: non verrà data agli operai la possibilità di scegliere misura, forma e colore delle scarpe che riceveranno… Il responsabile del calzaturificio sostiene che le scarpe sono tutte di alta qualità e che vengono vendite in negozio a un prezzo medio di 2.000 yuan (284 euro), per cui gli addetti riceveranno un premio maggiore rispetto a quello dell’anno passato. Secondo gli operai invece il bonus va elargito solo in denaro, per cui la scelta dell’azienda sarebbe illegale. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati