Quattordici dipendenti, tutti in nero. I carabinieri intervengono in un calzaturificio lucchese

Nessuno dei 14 dipendenti era in regola. L’intervento dei carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro comporterà guai seri per il titolare di un calzaturificio della Piana di Lucca, la cui attività è stata immediatamente sospesa. Si tratta soprattutto di donne in età compresa tra i 25 e i 30 anni e di alcuni stranieri. Il controllo, secondo quanto riporta il sito luccaindiretta.it, è scattato stamane con l’impiego di otto militari. L’azienda, che lavora per pochi mesi l’anno sulla base degli ordinativi ricevuti, è di proprietà di un 45enne italiano, residente nella Piana di Lucca. Le sanzioni sfiorano i 50mila euro, oltre ai 2mila che l’imprenditore dovrà versare per riprendere l’attività una volta messosi in regola. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati