Il referendum scozzese non tocca le scarpe di Vindolanda

Mancano due giorni al referendum che deciderà il futuro della Scozia. Giovedì gli elettori scozzesi saranno chiamati a scegliere se rimanere uniti alla Gran Bretagna o staccarsi per formare uno stato autonomo. Resteranno invece britannici gli antichi manufatti in pelle custoditi all’interno del museo di Vindolanda, sito archeologico che si trova un chilometro a sud dell’antico Vallo di Adriano e a poca distanza dal confine scozzese. Nel museo, che offre tra le altre cose il più ricco archivio per la corrispondenza pubblica e privata e una vasta collezione numismatica, sono le calzature dell’antica Roma a colpire l’attenzione dei visitatori: da quelle militari alle scarpe per personaggi di alto rango, fino alle paia calzate dalle donne e dai bambini dell’antica città. A Vindolanda, affermano gli esperti, l’eccellente stato di conservazione dei manufatti in pelle, materiale assai raro nei musei, è stato favorito dalla peculiarità del clima. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati