I Rossetti cercano un socio per crescere in Cina

Fratelli Rossetti a caccia di soci per sostenere la crescita asiatica. Lo rivela il quotidiano Il Sole 24 Ore, escludendo il ricorso alla quotazione in Borsa nel breve/medio termine. “È un problema di dimensioni, ma non solo” afferma Diego Rossetti, “l’azienda deve aprirsi a capitali e manager esterni, però la nostra famiglia deve poter continuare ad avere un ruolo di indirizzo e custodia del Dna. Certo, per crescere all’estero, in particolare nella Greater China, ci vogliono risorse che da soli non abbiamo”. “Oggi”, continuano i fratelli Dario e Luca, “siamo un’azienda sana, con un fatturato 2013 in linea con il 2012, di circa 80 milioni, un buon ebitda e pochissimi debiti. Ma dobbiamo interrogarci sul futuro: lo avrebbe voluto anche nostro padre”. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati