Russia, la scarpa autarchica di Obuv Rossii funziona: produzione e vendita volano, +11% nei 9 mesi

Obuv Rossii prosegue nella sua crescita. Il gruppo calzaturiero russo (che copre la filiera dalla produzione al consumo ed è leader sul mercato interno) ha registrato un incremento delle vendite dell’11% nei primi nove mesi dell’anno rispetto allo stesso periodo del 2017. La percentuale si traduce in un fatturato che sfiora i 120 milioni di dollari, raccolti attraverso una rete fatta di 677 negozi, di cui 544 gestiti direttamente, e l’intenzione del gruppo è quella di implementare ulteriormente il loro numero. “Continueremo a sviluppare la nostra catena di distribuzione e prevediamo di aprire 150 negozi entro la fine dell’anno” ha spiegato l’amministratore delegato Anton Titov, il quale illustrando i dati di bilancio ha anche spiegato che “la società si concentrerà inoltre sull’ulteriore sviluppo dei propri servizi aggiuntivi e vendite omnicanale, che consentiranno di espandere il numero di clienti abituali e aumentare la quota di acquisti”. Nel secondo trimestre dell’anno la crescita del fatturato del gruppo è stata del 23%, con un utile lordo in aumento del 24% su base annua. +14% il reddito netto.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati