San Mauro-Savignano, il referendum boccia la fusione

Malgrado il favore e l’ampio dispiegamento del mondo imprenditoriale della calzatura del distretto del Rubicone, la fusione tra i comuni di San Mauro Pascoli e Savignano sul Rubicone è stata bocciata dai cittadini. Questo il responso del referendum consultivo di ieri, che ha visto una netta sconfitta a San Mauro Pascoli (63,4% per il No, 36,5% il Sì), con un risultato rovesciato invece nella cittadina di Savignano (Sì al 54,8%, No al 45,2%). A favore della fusione dei due comuni si erano schierati i principali nomi della calzatura sammaurese, Giuseppe Zanotti e Gimmi Baldinini in primis, che vedevano nel Comune unico l’opportunità di un maggior peso a livello istituzionale e la possibilità di ampi finanziamenti da parte di Stato e Regione (circa 15 milioni di euro in altrettanti anni). Ora il percorso si è fermato e difficilmente riprenderà, dal momento che in campagna elettorale era stato annunciato che in caso di vittoria del No in uno dei due comuni il percorso di fusione non sarebbe andato avanti. (f.f.)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati