Steve Madden cresce grazie ai department store

Il modesto retail per Steven Madden, una delle firme della calzatura in ascesa nel mercato Usa, è stato compensato dai conti dei department store. L’azienda dello stilista newyorkese nel quarto trimestre ha riportato 33 milioni di profitti, in ascesa dell’8,2% rispetto al 2013, in lieve aumento rispetto alle previsioni di Wall Street. Di percentuale leggermente superiore il fatturato (+8,7%, 342 milioni di dollari) che, in questo caso, però, non ha raggiunto le stime degli analisti. Il wholesale è cresciuto del 10,6% bilanciando il segno negativo (-6,7%) delle vendite nei negozi diretti.

Edward Rosenfeld (nella foto), presidente di Steven Madden Ltd, afferma di restare “cauto sulle previsioni del retail per via della modesta affluenza nei negozi, ma siamo fiduciosi di mantenere solide le prestazioni del wholesale nel 2014. Nel breve periodo – ha concluso – siamo molto ottimisti sulla imminente primavera perché riceviamo segnali positivi su come sono state accolte le collezioni”. Su base annuale, le vendite sono aumentate del 7,1% (1,31 miliardi). (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati