Stonefly: 12 artisti emergenti per la sua “another second skin”

Stonefly cammina con l’arte e si veste di una seconda pelle organizzando la mostra “Premio Stonefly 2014: another second skin” promossa dall’azienda di calzature e curata da Marco Tagliaferro e Stefano Coletto. Si tratta di un’esposizione (aperta fino al 16 novembre a Venezia, nella sede della Fondazione Bevilacqua La Masa in Piazza San Marco) di dodici giovani artisti chiamati a interpretare tecnologie e dinamiche dell’azienda moderna attraverso la conoscenza delle attività che si svolgono all’interno della realtà Stonefly: sperimentazione dei materiali, relazioni tra chi vi lavora, cura nella comunicazione, studio di posizionamento dei prodotti. “La calzatura – si legge nella presentazione dell’iniziativa – è il risultato di una lunga ricerca tecnologica che per morbidezza, comodità, leggerezza, diviene per il piede una vera “seconda pelle”. Agli artisti è stato chiesto di immaginare seguendo la propria attitudine e secondo le tecniche a loro più confacenti come potrebbe materializzarsi una nuova seconda pelle, traslando e ampliando i contenuti di questa innovativa collezione”. Ha vinto Caterina Erica Shanta che, come “seconda pelle” ha proposto quella della gestualità del lavoro necessario per confezionare una calzatura, declinandola in un video che verrà prodotto e acquistato da Stonefly, che lo presenterà nel 2015 a Milano. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati