Tensioni in Spagna, verso uno sciopero nel calzaturiero

Dopo sei mesi di trattative infruttuose per il rinnovo del contratto collettivo, i sindacati che rappresentano i lavoratori della calzatura minacciano lo sciopero. “Saremo costretti a incrociare le braccia per difendere le condizioni di lavoro” scrive la rappresentanza sindacale Ccoo in una nota per la stampa. La goccia che avrebbe fatto traboccare il vaso sarebbe stata l’ultima riunione con la parte datoriale: “La padronal – affermano i sindacati – continua con le sue intenzioni di ridurre sostanzialmente le sole condizioni di lavoro”. Il riferimento è alla richiesta di moderazione salariale, limitando allo 0,6% gli aumenti per il 2014, e la richiesta di eliminare alcuni bonus che i sindacati sostengono essere fondamentali per “aumentare la dignità del trattamento salariale”. Altro punto critico: la richiesta di cancellare la specifica sulla settimana lavorativa “dal lunedì al venerdì” per poter così tenere aperti gli stabilimenti anche il sabato o la domenica senza ulteriori costi. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati