Treviso, il freddo stronca i negozi di scarpa (-70%): arriva un finanziamento

I cambiamenti climatici stressano il retail? Difficile averne una generalizzata certezza, ma sta di fatto che, a Treviso, Confcommercio pensa a una soluzione per venire in aiuto ai negozi di abbigliamento e calzature. La sezione provinciale della Confederazione Generale Italiana delle Imprese, delle Attività Professionali e del Lavoro Autonomo ha lanciato un progetto (con il supporto di Fidi Impresa e Turismo Veneto) per sostenere le attività al dettaglio che, a causa del prolungarsi del freddo di questi mesi, stanno faticando a vendere la propria merce, che finisce così per accumularsi nei magazzini. A fare da spartiacque è stato proprio il mese di maggio appena concluso, particolarmente freddo e piovoso in Veneto, che per il settore ha determinato una diminuzione delle vendite stimata da Federmoda intorno anche al 70% a fronte di numerose scadenze che gli imprenditori devono in ogni caso onorare. Lo strumento messo a disposizione è un finanziamento chirografario da 10.000 a 40.000 euro della durata di 18 mesi con tasso fisso e rata costante. Il tasso del 3,75% (TAN) è, come sottolineato dal presidente di Federmoda Guido Pomini in una nota ufficiale, “decisamente favorevole rispetto a quello normalmente praticato dalle banche e l’estensione temporale consente di diluire anche nell’arco di un intero anno gli effetti negativi di una stagione decisamente eccezionale nella sua gravità.Riteniamo che questo strumento, pur senza avere la pretesa di risolvere in maniera definitiva le difficoltà che le imprese si trovano a fronteggiare, ben rappresenti l’azione sindacale che più serve in questo momento: reagire prontamente alle situazioni di criticità con una risposta contingente e concreta”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati