Troppe imitazioni, Converse porta in tribunale 31 produttori

Sono state vendute, dalla fondazione di Converse a oggi, più di un miliardo di paia delle sue sneaker. I numeri potrebbero essere ben più alti, se si considerassero le imitazioni. Ed è questo il motivo per cui Nike, proprietaria del brand, ha presentato ieri alla Federal District Court di New York 31 citazioni per danni ad altrettante aziende concorrenti, accusate di aver copiato il modello. Per ognuna delle società accusate Converse ha depositato una diversa querela e ha precisato di aver inviato in precedenza oltre 160 lettere di avvertimento per bloccare le riproduzioni. Una battaglia difficile da vincere, visto che è molto difficile provare all’interno del settore calzature una violazione di copyright. Ma, come ha spiegato al New York Time Jim Calhoun, ad di Converse, “Il vero obiettivo è quello di fermare la pratica. Siamo abbastanza fortunati, visto che possediamo quella che potremmo considerare un’icona americana”. Nella causa, Converse sostiene che i 31 gruppi abbiano violato uno o più marchi depositati: la doppia riga nera intorno alla suola, ma soprattutto la punta in plastica bianca. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati