Un calzaturiere di Fucecchio lancia le scarpe che comandano lo smartphone

Comandare lo smartphone con le scarpe. Il progetto si chiama “Footmoov”, è stato finanziato in parte dalla Regione Toscana e porta la firma di Mario Tesconi, co-fondatore di Adatec, azienda con sede operativa a Navacchio (Pi) e specializzata nel ramo computer ed elettronica. Attraverso l’utilizzo di una scarpa speciale e di tutta una serie di movimenti, consentirà di giocare con il telefonino senza ricorrere a tasti e joystick. L’intuizione è stata di Luigi Campigli, titolare di “Carlos”, calzaturificio di Fucecchio che, durante uno dei tanti viaggi di lavoro in Giappone, ha osservato i ragazzi giocare con le app del telefono sulla metro. E allora perché non far usare anche i piedi? Da qui il coinvolgimento della Adatec per sviluppare l’idea. “Ci sono voluti quasi 3 anni di ricerca, sviluppo e collaborazione con i responsabili del calzaturificio – spiega Tesconi – prima di arrivare alla realizzazione di Footmoov. Si tratta di una scarpa, elegante, sportiva, da passeggio o da giornata piovosa con diverse categorie di prezzo, che integra vari tipi di sensori, elabora i dati tramite un microcontrollore e trasmette le informazioni allo smartphone tramite connessione wi-fi”. Le scarpe con tecnologia incorporata (per ora solo per piattaforme Apple) sono già disponibili su internet, ma l’obiettivo prioritario per Campigli e l’Adatec è irrompere nel mercato giapponese. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati