Vendere scarpe in Germania? Sempre più difficile: i casi Vögele, CCC/Reno e Schuh Berndorfer Fußklinik

Retail calzaturiero alle corde anche in Germania: Vögele cambia proprietà, i negozi CCC diventeranno Reno, la catena Berndorfer Fußklinik è insolvente. Andiamo con ordine. Il retailer Charles Vögele è stato acquistato da Gaebb Group, joint venture formata da Bebe Stores (rivenditore statunitense presente in tutto il mondo) e la società di consulenza Great American Group. Gaebb ha rilevato tutte le azioni e le attività ordinarie, tra cui l’inventario delle merci, immobili, proprietà intellettuale e altre attività. La società ha aggiunto che l’acquisto delle azioni di Charles Vögele in Slovenia e in Ungheria è stato completato il 25 settembre, di quelle austriache il 6 novembre. Proprio in Austria (83 negozi e circa 700 dipendenti) Vögele, controllata da Sempione Fashion AG, era insolvente e il 31 luglio ha depositato la procedura di ristrutturazione. Nel frattempo, i 79 negozi dell’insegna polacca CCC diventeranno ben presto di proprietà Reno. Nel primo semestre 2018 CCC, che prevedeva di aprire 1.000 negozi in Germania, ha registrato una flessione delle vendite del 12,3% proprio in Germania. Da qui la cessione del ramo teutonico alla catena calzaturiera Osnabrück HR Group (Reno). Infine, Schuh Berndorfer Fußklinik, fondata nel 1939 e con sedi a Linz e Wels, ha presentato istanza di fallimento presso il tribunale regionale di Linz. L’azienda ha 27 dipendenti. Nonostante i “massicci sforzi di ristrutturazione, l’insolvenza non può essere evitata”, ha affermato l’avvocato della società Erhard Hackl. Se non subentrerà un acquirente la società verrà liquidata. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati