Vendite in calo per il retailer taiwanese Daphne

Daphne International Holdings, retailer con base a Taiwan e 6.234 punti vendita distribuiti prevalentemente in Cina, ha chiuso il secondo trimestre con una perdita del 2,4% delle vendite same-store, ossia calcolate sullo stesso numero di negozi. La perdita totale è superiore, avendo il gruppo deciso di tagliare nel quarter considerato oltre trenta boutique. L’occasione per esporre le strategie future agli azionisti è giunta venerdì scorso durante un incontro alla Borsa di Hong Kong, dove il titolo della società è quotato con risultati tutt’altro che brillanti (-40% il valore delle azioni nei 12 mesi). Il calo delle vendite, secondo il management taiwanese, dipenderebbe dal maltempo che ha colpito la Cina a maggio. La situazione sarebbe negativa anche sotto l’aspetto dei profitti, contratti da inflazione e aumento dei salari. Nel frattempo, la famiglia di Chen Hsien Min, azionista di maggioranza del Gruppo Daphne, è uscita dalla classifica delle più ricche del Paese, pubblicata annualmente dal magazine Forbes Asia. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati