Vietnam: l’export calzaturiero decolla e si prepara all’ingresso nella TPP

Giappone e Stati Uniti hanno contribuito all’aumento dell’export calzaturiero vietnamita nel primo trimestre 2013. Le statistiche dell’Ufficio Doganale del Paese mostrano un incremento del 16,1% per un fatturato pari a 1,73 miliardi di dollari, in buona parte sospinto dal +20% delle importazioni giapponesi, cresciute dopo l’invio di una delegazione che ha visitato i manifatturieri vietnamiti nel dicembre 2012. Gli importatori della Tokyo Business Association hanno infatti girato al Vietnam parte degli ordinativi destinati alla Cina. La calzatura è così entrata per la prima volta nella top-ten dei prodotti destinati all’export. Ma quello che dà grandi prospettive a Lefaso, la Vietnam Leather and Footwear Association, è soprattutto l’imminente ingresso nella Trans-Pacific Partnership (TPP) che consentirà all’industria locale di entrare in un mercato di 2,7 miliardi di nuovo consumatori. Nei confronti di questi ultimi le imposizioni fiscali passeranno da una media del 14,3% a zero. I Paesi della TPP, nei quali si adotta libero scambio, sono Australia, Brunei, Cile, Canada, Malaysia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore, Usa e appunto Vietnam. Il settore calzaturiero vietnamita punta nel 2013 a superare del 10% il giro d’affari dell’anno scorso raggiungendo i 9,7 miliardi di dollari. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati