Wolverine: trimestrale “meno peggio” del previsto. “La ristrutturazione funziona, viriamo verso la crescita”

La ristrutturazione funziona: Wolverine, gruppo calzaturiero USA, diminuisce il fatturato, ma aumenta gli utili e fa meglio delle previsioni. La società statunitense che, oltre al brand omonimo, possiede (tra gli altri) Merrell, Sperry, Hush Puppies e Saucony (ed è licenziataria globale per le calzature Cat e Harley-Davidson), ha comunicato che nel primo trimestre 2018 i ricavi hanno raggiunto i 534,1 milioni di dollari (circa 450 milioni di euro), in calo del 9,7%, ma superando le previsioni degli analisti (ferme a quota 532,8 milioni di dollari). Il margine lordo è stato del 42,7% rispetto al 39,7% dell’anno precedente e quello operativo dell’11,5%, rispetto al 5,8% dell’anno precedente. Le vendite internazionali di Merrell (brand che continua a crescere) e Sperry (che ha avuto un ottimo rimbalzo dopo un periodo opaco) sono andate oltre le attese, trainando i risultati trimestrali al punto da far rivedere le prospettive del gruppo per l’intero anno. “Dopo due stagioni durante le quali abbiamo messo in atto un’aggressiva strategia di iniziative di trasformazione e ristrutturazione, stiamo cominciando a raccogliere i frutti. Ora siamo un’azienda più agile e viriamo verso la crescita.” ha commentato il ceo e presidente di Wolverine, Blake W. Krueger. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati