Yue Yuen, profitto dimezzato nel primo semestre 2014

Il gigante asiatico della calzatura sportiva, Yue Yuen, controllato dalla multinazionale taiwanese Pou Chen Corp, sta pagando duramente le conseguenze dei 16 giorni di sciopero che hanno avuto luogo lo scorso aprile nei suoi stabilimenti cinesi. Gli effetti si vedono direttamente sul bilancio del primo semestre 2014, con il crollo (in pratica un dimezzamento) del profitto netto rispetto ai primi sei mesi del 2013: 101,4 milioni di dollari contro 194,45 milioni, -48%. Le vendite sono tuttavia cresciute del 6,8%, toccando i 3,95 miliardi di dollari. A causa della forte protesta dei suoi addetti (nella foto), che ha rallentato le forniture destinate ai committenti internazionali (come Nike e Adidas), il gruppo sta valutando se trasferire i suoi centri produttivi in altre aree del Far East. A fine giugno 2014, il gruppo Yue Yuen dava lavoro a circa 417 mila dipendenti. (ap)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati