TFL chiude il cerchio e acquisisce Industria Chimica Fine

TFL chiude il cerchio e acquisisce Industria Chimica Fine

TFL, colosso della chimica conciaria, ha annunciato di aver completato l’acquisizione degli asset di Industria Chimica Fine (ICF). Con questa operazione TFL chiude il cerchio. Infatti, dal 2018 gestisce in affitto lo stabilimento ICF a Medicina, in provincia di Bologna, per sostenere la produzione di ausiliari chimici per la concia.

TFL chiude il cerchio

L’acquisizione ha coinvolto la controllata italiana TFL Italia. La società ha spiegato che “utilizzerà la maggiore capacità produttiva per integrare la capacità delle sue strutture esistenti in Francia, India, Cina e Brasile e rifornire il mercato in crescita di prodotti innovativi per auto, mobili e calzature“. L’acquisizione, secondo la società, non comporterà conseguenze per dipendenti, clienti e fornitori proprio perché i rapporti tra le due aziende sono solidi da lungo tempo. L’operazione rappresenta per TFL un ulteriore esempio della sua attuale dinamicità. Lo scorso agosto, infatti, ha acquisito la divisione  conciaria di Lanxess.

 

 

Il commento

“Negli ultimi due anni abbiamo lavorato a stretto contatto con Andrea Tarricone di ICF e l’eccellente team che gestisce la struttura di Medicina. Siamo molto lieti di aver completato l’acquisto degli asset – spiega Brian Watson, Chief Operating Officer di TFL -. Combinare i punti di forza tecnici e produttivi di ICF con i prodotti TFL e la portata del marketing globale fornisce una soluzione vincente per i nostri clienti. Siamo inoltre lieti che Andrea Tarricone, che ha guidato lo sviluppo del business e della capacità produttiva di ICF, si unirà a noi in TFL per supportare la crescita futura della nostra attività”.

Immagine tratta da Instagram

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati