40 milioni di suole per Vibram, tra performance e moda

40 milioni di suole per Vibram, tra performance e moda

Dalle pareti rocciose alle passerelle di moda. Vibram si è presentata a Lineapelle (Fieramilano Rho, dal 19 al 21 febbraio 2020) mostrando il suo lato più glamour: Riconfermando la sua presenza sempre più decisa nel settore lifestyle. E mettendo sul tavolo la forza di 40 milioni di suole prodotte all’anno.

Vibram e la moda
Su una delle pareti dello stand Vibram a Lineapelle spiccavano i modelli nati dalle collaborazioni con vari brand “trasversali”. Per esempio: Alyx, Atlantic Stars, Casadei, Woolrich, New Balance, Henderson, DIS e la giapponese Suicoke. Prodotti già in commercio ai quali se ne affiancheranno di nuovi in fase di sviluppo. Su un’altra parete, erano esposte le suole “open” della collezione Spring-Summer 2021. Target: il mondo più strettamente fashion. Le suole erano montate su sneaker realizzate appositamente da Vibram per mostrare le diverse tipologie di applicazione. Infine, il Sole System. In altre parole, il nuovo sistema componibile intersuola+suola. Utilizzo: dal contesto multisport al settore lifestyle.

 

 

40 milioni di suole per Vibram
Vibram è arrivata a produrre 40 milioni di suole all’anno. Al momento la divisione Dress & Casual pesa per il 10-12% sul giro d’affari. La parte del leone, infatti, la fa l’outdoor. Tuttavia, come spiegano i responsabili dell’azienda presenti a Lineapelle, “il mondo moda ha conosciuto un’impennata in questi ultimissimi anni”. Traduzione: l’azienda di Albizzate (Varese) è pronta a entrare in una nuova fase. Anzi, lo ha già fatto. “Questo segmento ci impegnava già, ma le ultime collaborazioni ci hanno fatto finire letteralmente sotto i riflettori – continuano allo stand -. Il cosiddetto Athleisure ci ha dato la spinta finale”.

Numeri e mercati
Negli ultimi 5 anni il fatturato di Vibram è cresciuto continuamente, arrivando a toccare nel 2018 i 200 milioni di euro: di questi, 50 sono generati sul mercato italiano. Allargando lo sguardo, Stati Uniti ed Europa rappresentano insieme il 90% del giro d’affari. L’Asia (Giappone, Corea del Sud e, in misura minore, Cina) realizzano il restante 10%. L’azienda possiede una sede in Cina. Si tratta del “Vibram China Tech Center”, situato nel cuore del distretto calzaturiero di Guangzhou, dove l’azienda concentra soprattutto l’attività di ricerca e sviluppo. Il 50% della produzione di Vibram avviene nella Repubblica Popolare, mentre la restante parte, divisa in quote uguali, tra Stati Uniti e Italia.

Immagini tratte da eu.vibram.com

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati