Cina, stretta sull’inquinamento conciario

Entro quest’anno entreranno in vigore le nuove direttive dettate dal ministero cinese per l’Industria e l’Information Technology riguardo allo sversamento di liquami nocivi per l’ambiente da parte di concerie e aziende per la lavorazione di pelli e pelllicce. Lo ha comunicato lo stesso ministero. L’obiettivo è quello di ridurre pesantemente il livello consentito delle sostanze inquinanti rilasciate nelle acque di scarico. Le concerie inaugurate di recente dovranno rispettare limiti ancora più severi. Le aziende che dovessero superare i limiti previsti dovranno adeguarsi velocemente oppure saranno costrette a chiudere. Il ministero ha infine fatto appello alle concerie e alle ditte di lavorazione di pelli e pellicce affinché utilizzino tutti i mezzi tecnici a loro disposizione per limitare al massimo gli inquinanti presenti nelle acque di scarico.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati