Colombia, la ricetta di Cueros Vélez per fare la pelle in rosa

Colombia, la ricetta di Cueros Vélez per fare la pelle in rosa

Pelle in rosa. È quella prodotta dal gruppo colombiano Cueros Vélez. La conceria è nella città di Amagá: qui il 54% del personale è rappresentato da donne. Sono 93, quasi tutte originarie della regione. Un grande esempio di inclusività. Questa è una delle battaglie più importanti portate avanti dai sindacati locali, che nel gruppo hanno trovato un partner di spessore. Secondo la commissione per l’equità di Amagá, l’azienda aiuta a ridurre il divario salariale nelle zone rurali.

Un gigante di 30 anni

Cueros Vélez è una azienda colombiana che produce anche articoli finiti. Nasce nel 1986 a Medellín per iniziativa di Juan Raúl Vélez. In breve tempo cresce e apre punti vendita in tutta l’America Latina. Ora conta 4 stabilimenti produttivi e 1 conceria che fornisce la materia prima per calzature, abbigliamento e accessori. In questo modo l’azienda produce internamente il 90% dei suoi prodotti. La sua conceria, rinnovata nel 2016, lavora 30.000 pelli al mese rispettando gli standard ambientali internazionali. La società impiega complessivamente circa 3.000 persone.

 

Colombia, la ricetta di Cueros Vélez per fare la pelle in rosaColombia, la ricetta di Cueros Vélez per fare la pelle in rosa

 

Pelle in rosa

Proprio la conceria rappresenta un esempio virtuoso per l’intera Colombia. Come riporta h13n.com, il 54% dei dipendenti dello stabilimento di Amagá sono donne. In termini assoluti parliamo di 93 lavoratrici, la maggior parte delle quali provengono dalla regione stessa. “Facciamo parte del comitato per l’equità di genere – spiega Paula Jaramillo, responsabile per gli aspetti sociali dell’azienda – e come soggetto privato abbiamo voluto collegare la nostra attività ai buoni propositi dell’organismo”. “Rispetto ad altre concerie, dove i processi sono duri, abbiamo molte donne qui, quasi tutte di Amagá – spiega Elizabeth Marín, responsabile “dell’area umida” di Cueros VélezMarín -; non solo nelle posizioni operative ma anche in quelle amministrative”. (art)

Foto da h13n.com

Leggi anche:

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×