Conceria del Chienti: 3 rassicuranti passi in avanti

Buone notizie per Conceria del Chienti (Tolentino, provincia di Macerata), messa in liquidazione alla fine dello scorso mese di maggio. È stata costituita una cooperativa di lavoro che, secondo quanto è stato annunciato dal liquidatore Marco Luppa, a settembre avvierà un periodo di prova della durata di tre mesi. La proposta è stata approvata dai sindacati e dalla Rsu aziendale in vista del ricollocamento di circa 80 dei 103 dipendenti attualmente impiegati in azienda. Sarebbero dieci i dipendenti che, per ora, si sono resi disponibili per la creazione di questa cooperativa. Tra di loro ci sono alcuni manager dell’azienda. Passi in avanti anche per la costituzione della Trading Company prevista dal piano di ristrutturazione aziendale. Diversi imprenditori si sono dimostrati interessati a investire in Conceria del Chienti. A settembre verranno incontrati dal liquidatore. Terzo passo in avanti: il progetto sulle energie rinnovabili. Il liquidatore sta valutando i progetti per la realizzazione di una centrale di cogenerazione dell’energia per generare risorse da destinare al rientro delle esposizioni con le banche e per la costituzione di una centrale idroelettrica che dovrebbe ridurre i costi energetici della conceria. “Le prospettive sono buone anche dal punto di vista degli ordini e della fiducia che ci stanno dimostrando i nostri principali clienti – ha commentato il responsabile commerciale Maurizio Scagnetti – Abbiamo ordini fino alla fine di ottobre, in questa fase questo è un dato molto rassicurante”. (mv)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati