Condanne in Bangladesh per il tardato trasferimento delle concerie

Il trasferimento delle concerie da Hazaribagh ha assunto una connotazione surreale in Bangladesh. Adesso arriva anche la condanna della Corte costituzionale di Dacca per alcuni funzionari ministeriali. Tra questi, il ministro dell’Industria, Mainuddin Abdullah e il direttore del ministero dell’Ambiente, il generale Raisul Alom Mondol, per avere ignorato la legge del 2009 che imponeva la riallocazione a Savar entro il febbraio 2010. La Corte ha concesso 15 giorni per le note difensive delle parti. L’azione legale è stata avviata da Human Rights and Peace for Bangladesh, che ha denunciato i passati e attuali funzionari ministeriali per via del continuo discarico nel fiume Buriganga delle acque reflue conciarie. Lo scorso mese Aniruddha Roy, direttore della conceria Rmm Leather Industries, ha affermato che il trasferimento delle circa cento concerie dovrebbe avvenire entro il marzo 2015. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati