Consapevolezza, creatività, pelle: Marianna Rosati si racconta a LP

Consapevolezza, creatività, pelle: Marianna Rosati si racconta a LP

Come nasce una brand identity. Come si costruisce la brand awareness. E come far convivere creatività e responsabilità. Sottolineando l’importanza del concetto, trasversale, di consapevolezza. Sono alcuni dei temi affrontati nel webinar promosso ieri, 4 giugno 2020, dalla social community di Lineapelle Now & Together. Titolo: Creativity and sustainability. Talking with Marianna Rosati, DROMe. Ecco alcuni spunti emersi dalla conversazione digitale tra Orietta Pellizzari, international fashion advisor, e la designer toscana.

Brand awareness

DROMe è un brand dalla forte identità e riconoscibilità. “Abbiamo sempre cercato di creare progetti che fossero sostenibili, ma anche vicini alle nostre necessità e a quelle del cliente finale”. Il principio chiave per Marianna Rosati è “curare ogni aspetto, dalla creatività alla comunicazione, alla produzione”. Forte di una famiglia che ha una lunga storia nella produzione di abbigliamento e accessori in pelle, la designer è cresciuta “nella consapevolezza dell’importanza del processo di produzione. Ho imparato a dare valore alla lavorazione, ai materiali, alla qualità del processo. È stata una vera lezione di vita, poter esprimere la mia creatività attraverso la conoscenza, dandomi la possibilità di sfidare alcuni limiti, soprattutto con la pelle. Un mondo delicato da trattare di cui mi piace scompigliare le regole”.

Rispetto

“Una parola molto importante per me e per il mio lavoro – spiega Marianna -. Prima di tutto il rispetto per la vita. Credo nella multiculturalità”. Il rispetto “è prima di tutto per la vita umana e gli esseri umani. Non importa il colore della pelle, la sessualità o la religione”. Il rispetto, poi, è per le persone che lavorano. “A DROMe siamo come una piccola famiglia. Il rispetto è per l’ambiente in cui lavori, le tante piccole manifatture con le quali collaboriamo”. Il rispetto è per le cose ben fatte, costruite con passione e profonda conoscenza. “Rispetto per l’heritage, sia italiano che estero. E infine il rispetto per i nostri clienti, coloro che scelgono i nostri prodotti”.

Creatività, consapevolezza e scelta dei materiali

“La creatività è la parola chiave. Creare vuol dire trovare soluzioni che non ci sono. Far funzionare le cose applicando pensiero e istinto. Ma la prima cosa che devi definire è il tuo scopo. È il primo step per creare qualcosa di nuovo”. Come poter unire creatività e responsabilità? “È tutta una questione di conoscenza e consapevolezza. Per noi che lavoriamo con la pelle, l’attenzione all’utilizzo di processi sostenibili è una priorità. Usare un materiale come la pelle è una questione di consapevolezza. “Sostenibilità vuol dire anche creare meno rifiuti. Scegliere materiali che provengono dalla catena alimentare significa che non creano un ulteriore scarto da immettere nell’ambiente”. Riguardo alla scelta vegana Marianna è totalmente open-mind: “Io rispetto la scelta vegana. Conosco molte persone vegane che hanno le loro ragioni. La cosa importante è essere aperti, non chiudersi in un’idea prefigurata o nella propria comfort zone. Io voglio pensare che se un giorno, per qualsiasi ragione, non potremo più usare la pelle, io possa essere in grado di trovare un’alternativa”.

Guarda il video completo

Per chi se lo fosse perso, il webinar “Creativity and sustainability. Talking with Marianna Rosati, DROMe” è disponibile su youtube, a questo indirizzo, dove è possibile rivedere anche tutti i talk Now & Together svolti nelle scorse settimane.

Leggi anche:

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati