Conti in rosso per Roux Tanneries, acquisita da Lvmh

L’acquisizione nel maggio 2012 da parte di Lvmh non ha portato fortuna alla gestione di Roux Tanneries, conceria specializzata nella lavorazione di pelli di vitello. Gli ultimi dati di bilancio disponibili e risalenti al 2013 (Lvmh non specifica nei risultati trimestrali e annuali i dati sulle singole aziende del gruppo) mostrano una perdita netta di 399 mila euro contro un utile di 547 mila registrato nei 12 mesi precedenti, quando ancora la conceria era di proprietà dell’ex presidente di Cotance, Jean-Claude Ricomard. Quasi tutti gli indicatori sono passati in negativo: scendono fatturato (21,8 milioni contro 22,4), export (7,2 contro 9,3) e aumenta fortemente l’indebitamento della società, da 4 a 6,6 milioni, a fronte di una riduzione di 400 mila euro del capitale proprio. Si aggiunga una valutazione abbastanza elevata del magazzino, 7,3 milioni di euro, che parrebbe confermare l’esistenza di importanti giacenze di prodotto finito. Questi i conti al 30 aprile del 2013. Da allora, si vocifera nell’ambiente conciario, la situazione sarebbe decisamente peggiorata. (ag)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati