Cosa è metal free e cosa no: SSIP lancia un nuovo servizio di analisi

Nuovo servizio per la Stazione Sperimentale per l’Industria delle Pelli e delle Materie Concianti. SSIP ha istituito un programma speciale denominato “Metal Free” con lo scopo di affrontare in maniera approfondita, tramite attività di ricerca, pubblicazioni ad hoc e percorsi formativi, i temi emergenti che possono avere un particolare impatto sull’industria conciaria. In particolare, la Stazione Sperimentale ha annunciato l’intenzione di attivare un’azione conoscitiva del mercato relativa all’attuale offerta di pellami preparati con procedure di concia esenti da metalli. Questa attività permetterà di entrare nel dettaglio dell’argomento e fare chiarezza: la definizione di pellame “Metal Free” deriva, infatti, da una precisa indicazione sulla concentrazione dei metalli concianti riportati nella norma UNI EN 15987, dove figurano le “Definizioni chiave per il commercio del cuoio”. Il primo obiettivo di SSIP è, dunque, quello di monitorare il mercato per capire se i prodotti attualmente preparati seguendo tali tecnologie rispondano effettivamente alle prescrizioni previste dalla normativa. Per questo è stato predisposto un protocollo di intesa con il laboratorio ACE (Analytical Chemistry for the Environment) del dipartimento di Scienze Chimiche dell’università degli studi di Napoli Federico II.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati