Dal Brasile esce più blu e finito, scende il crust

A marzo, il fatturato delle concerie brasiliane ha raggiunto quota 250 milioni di dollari, in aumento del 31,9% sullo stesso mese 2013. In quantità, il balzo è stato pari al 14,3%, con 3,2 milioni di pelli vendute all’esterp. Sempre in termini quantitativi, è il wet blue a contribuire per la maggior parte (48,3%), facendo segnare il 33,7% in valore, seguito dal finito che conta per più della metà (52,1%) dell’export in termini monetari e per il 39,6% in quantità. Le cifre del primo trimestre diffuse dal Cicb (Centro das Indústrias de Curtumes do Brasil) dicono anche che le vendite di pelli finite sono aumentate del 27,7% rispetto a gennaio-marzo 2013, mentre l’esportazione di wet blue registra una crescita di quasi il 70%. In forte diminuzione il crust. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati