Delocalizzazione al contrario: conceria britannica chiude in Cina e torna in patria

Eastern Counties Leather, una delle ultime concerie britanniche con base nel Cambridgeshire, ha deciso di sospendere la trasformazione di pelli ovine in Cina e di riportare tutta la produzione in patria, affidandosi alla Devonia Sheepskins di Buckfastleigh. La decisione è originata dalla crescita dei costi del mercato asiatico, ma anche dalla richiesta di servizio rapido ed efficiente. “I nostri clienti possono facilmente venire da Londra, osservare il processo di concia e chiederci di fare quella o questa modifica” afferma Ben Rudkin di Devonia Sheepskins. Nigel Jump, economista di Strategic Economics, afferma che si tratta di un fenomeno frequente quando ci si affida ad economie in via di sviluppo: “Quando i salari cominciano ad avvicinarsi, le differenze degli ultimi dieci anni si assottigliano e altri costi, come quello dei trasporti, divengono rilevanti. Per cui la produzione britannica sta iniziando a tornare competitiva”. Eastern Counties Leather è stata fondata a Sawston nel 1879 e si sta specializzando nella concia di pelli ovine dopo avere iniziato come manifattura per la produzione di cappotti, guanti e calzature in pelle. (pt)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati