Enciclopedia Treccani: “L’ecopelle è pelle”

L’ecopelle? Non quel “materiale artificiale di aspetto simile alla pelle”, bensì “pellame animale conciato mediante un processo di lavorazione rispettoso dell’equilibrio ambientale”. Non lo dicono solo i conciatori e UNIC, la loro associazione di categoria, che da anni lotta perché questa “corretta definizione” venga accettata e diffusa, per evitarne qualsiasi contaminazione, alterazione e uso distorto. Ora è arrivata la certificazione linguistica ufficiale e più autorevole, quella dell’Enciclopedia Treccani con una definizione coniata dal professor Giovanni Adamo (membro del Consiglio Scientifico dell’Associazione Italiana per la Terminologia) che rinvia in modo esplicito alla norma UNI 11427:2011 che stabilisce i criteri della lavorazione conciaria a ridotto impatto ambientale e definisce la “pelle ecologica” nelle sue varie accezioni (ecopelle, ecocuoio, ecoleather e similari). Unic ritiene la pubblicazione di questa definizione (che è stata publicata sul sito della Treccani) “un primo, significativo passo contro le frodi e a favore della trasparenza per il consumatore”.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati