Il 2018 in 12 numeri: ecco quanto vale la pelle per l’export di borse e calzature

La quota percentuale del fatturato estero della pelletteria italiana che spetta agli accessori in pelle è 79,4. Spulciando i dati elaborati dal centro studi di Confindustria Moda per Assopellettieri relativi ai primi 5 mesi del 2018 si apprende che in volume le borse in pelle valgono il 47% delle esportazioni. Si può dire, insomma, che in questi anni di exploit della filiera italiana degli accessori, quando oltretutto molti brand espandono le proprie collezioni verso borse e portafogli, il legame tra il prodotto e la pelle si è fatto sempre più stretto e intrinseco. Non che non sia così anche per la scarpa. I dati relativi all’export per lo stesso periodo pubblicati da Assocalzaturifici dicono che le calzature con tomaia in pelle rappresentano il 71,5% in valore e il 52,7% in volume dell’export. Il problema è che, mentre il primo valore è stabile (+0,1% su base annua), il secondo cala (-2,7%). Sappiamo perché: sneakers e sportwear allontanano la scarpa dalla pelle.

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati