Il groppone come una tela d’artista. Apre oggi a San Miniato la mostra “Coriacea – Storie di colore sulla pelle”

Dodici artisti. Dodici gropponi in cuoio. Dodici stili diversi. Il tutto sintetizzato dalla volontà di celebrare l’eccellenza produttiva di un territorio: San Miniato. Apre oggi alle 15.30 sotto i Loggiati di San Domenico la mostra “Coriacea – Storie di colore sulla pelle” che ha coinvolto nell’utilizzo artistico dei gropponi (come fossero una tela sulla quale dare vita alla propria creatività) dodici artisti. Nell’ordine: Luca Bellandi, Fabio Calvetti, Claudio Cionini, Elio De Luca, Fabio De Poli, Franco Mauro Franchi, Giuliano Giuggioli, Riccardo Luchini, Mario Madiai, Giovanni Maranghi, Paolo Nuti, Marcello Scarselli. La mostra è promossa da UNIC – Concerie Italiane, in collaborazione con Lineapelle e Consorzio Conciatori di Ponte a Egola, e si svolge in occasione della 48^ Mostra Mercato del Tartufo Bianco di San Miniato. “Coriacea è un progetto artistico che ha visto dodici artisti contemporanei realizzare i loro dipinti su gropponi di cuoio –  scrive il presidente UNIC – Concerie Italiane Gianni Russo nella presentazione della mostra -, che rappresentano la parte più pregiata della pelle grezza bovina molto compatta e omogenea. L’incontro tra le immagini e la materia ha avuto un effetto coinvolgente ed è per noi gratificante questo connubio tra arte e industria, il pensare che l’artista abbia “creato” traendo spunto da ciò che il nostro settore produce quotidianamente”.

 

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati