La storia del Gruppo Mastrotto è un romanzo d’impresa: Dalla Pelle al Cuore racconta 60 anni di eccellenza

“Il posto si chiama Alla Convergenza perché vi si incrociano tre vie di Arzignano. Una è intitolata a Kennedy, grande innovatore, uno ai Mille, grandi rivoluzionari, e una ai Mastrotto, grandi imprenditori. Al centro sorge una rotatoria e sopra la rotatoria un telo nasconde una sagoma slanciata alta più o meno tre metri”. Il racconto di “Dalla Pelle al Cuore – Storie di vita e d’impresa del Gruppo Mastrotto”, passa dal giugno 2017, quando nel cuore del distretto vicentino è inaugurato il monumento ad Arciso Mastrotto. Il romanzo, pubblicato da Rizzoli per la collana Storie d’Impresa (208 pagine) e firmato da Alessandro Zaltron, ripercorre i 60 anni di attività del Gruppo Mastrotto: “Una vicenda tutta umana, fatta di sentimento e cervello, di famiglia e amicizia, di relazioni locali e storie domestiche, di macchinari antichi e idee analogiche”. Una parabola che sintetizza e rappresenta a pieno l’identità al contempo intima e industriale, personale e professionale, dell’area pelle italiana, come sottolinea il presidente UNIC – Concerie Italiane, Gianni Russo, mettendo in evidenza come “l’indiscusso spirito imprenditoriale, il geniale fervoree lo straordinario intuito di vedere oltre ciò che il settore propone hanno dato grande contributo all’eccellenza della conceria italiana”.  Il Gruppo Mastrotto ha interpretato tutto ciò con un obiettivo chiaro, per sé, per il territorio e per il suo capitale sociale: crescere e fare sempre meglio, in un processo “di ampliamento che ha implicato complessità organizzative anch’esse crescenti”.

 

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati