Olanda, blitz tra i bottali di Rompa Leather: le autorità contestano irregolarità nella gestione degli spazi e del lavoro

Continua la disputa tutta olandese tra il Comune di Oost Gelre e Rompa Leather. Secondo quanto riporta il sito locale di informazione elna.nl, rappresentanti dell’agenzia ambientale della regione di Achterhoek, vigili del fuoco ed esperti del centro di formazione Rijn Ijssel avrebbero effettuato un sopralluogo nello stabilimento dell’azienda per verificare il rispetto di una vecchia concessione e, in particolare, la presunta emissione di odori sgradevoli. Secondo quanto dichiarato dall’assessore comunale Bart Porskamp al quotidiano olandese, dall’ispezione sarebbero emerse alcune irregolarità relative ad esempio all’organizzazione degli spazi e del lavoro, ma anche alla detenzione di una sostanza chimica in quantità superiore rispetto a quanto previsto dall’autorizzazione. Dal canto loro i vertici dell’azienda lamentano il fatto che l’intervento dell’amministrazione comunale abbia determinato un’interruzione dell’attività e avrebbero richiesto l’intervento del Consiglio di Stato per annullare i provvedimenti imposti dalle autorità comunali. Il direttore dell’azienda, Twan de Bie, ha dichiarato a elna.nl di “voler dare meno fastidio possibile ai residenti” e di essere ancora disponibile a “un confronto con il Comune“. “Sia il Comune che l’azienda hanno perso molto tempo e denaro in questo tiro alla fune – conclude -. Avremmo preferito investire entrambi nell’individuazione di una soluzione per i cittadini”. (art)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati