Solofra, 36 posti a rischio per la “Fratelli Guarino”

Si è tenuto ieri mattina l’incontro tra i sindacati e i proprietari della conceria “Fratelli Guarino”, azienda solofrana attiva dal 1960 (nella foto), che un mese fa avevano annunciato la volontà di mettere in mobilità 36 operai. I sindacati hanno chiesto all’azienda di valutare la possibilità di una prosecuzione del contratto di solidarietà e un eventuale accesso alla cassa integrazione, soprattutto per ovviare alla mobilità e ai licenziamenti. Le parti si incontreranno nuovamente la prossima settimana. Intanto, i rappresentanti sindacali hanno rinnovato l’invito all’amministrazione comunale di Solofra e agli altri enti interessati alle vicende del polo conciario di Solofra a promuovere un tavolo permanente sulla condizione del lavoro nel distretto industriale più importante della Campania. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati