Solofra, sigilli a conceria

Ieri mattina a Solofra una conceria è stata posta sotto sequestro. L’operazione è stata condotta dalla Polizia ambientale del Comando provinciale del Corpo forestale di Avellino, in collaborazione con i Carabinieri di Montoro Superiore e Forino. Le indagini cominciate un anno fa hanno evidenziato che all’interno dell’opificio avevano sede tre ditte conciarie, facenti capo alla stessa persona segnalata alla Procura, che effettuavano l’attività di verniciatura delle pelli senza avere l’autorizzazione regionale. La vasca dove confluivano le acque di lavorazione è stata perciò posta sotto sequestro. A seguito di ulteriori controlli condotti dai carabinieri con il personale dell’ispettorato provinciale del lavoro, è emerso che oltre metà del personale impiegato era non in regola o totalmente in nero. L’attività è stata sospesa. Il sequestro si è concluso con l’apposizione dei sigilli all’intera area entro cui opera la conceria, pari a circa 25 mila metri quadrati distribuiti su tre livelli, la vasca, e tre cassoni entro cui erano stoccati rifiuti provenienti dalle operazioni di rifinitura delle pelli. Il valore dell’immobile e dei macchinari sequestrati ammonta ad oltre due milioni di euro e al titolare sono state contestate sanzioni amministrative per migliaia di euro. (mc)

CONTENUTI PREMIUM

Scegli uno dei nostri piani di abbonamento

Vuoi ricevere la nostra newsletter?
iscriviti adesso
×
Sei un nuovo utente? Abbonati/Registrati